L’angolo del buonumore

giu 20, 2011   //   by Ines Desideri   //   Attualità, Blog  //  13 Comments

Cari amici,

mi affido alla saggezza di uno dei tanti proverbi della nostra tradizione per introdurre L’angolo del buonumore.

“Il troppo stroppia”: è vero, ne sono convinta e potrei farne il mio … secondo motto ( il primo potrete trovarlo in Curiosando su di me).

Tra le due versioni esistenti di questo modo di dire – “Il troppo stroppia” e “Il troppo storpia” – ho scelto la prima perché rende benissimo l’idea, secondo me,  di come l’eccesso si traduca in una storpiatura: il ripetersi delle stesse lettere – tipico dell’allitterazione – fa di questo proverbio un vero scioglilingua.

Il “troppo scherzoso, troppo leggero, troppo scanzonato” stroppia; ma anche il “troppo serio, troppo impegnato, troppo ingessato” (come piace dire a me) stroppia.

Chi mi conosce sa che a me piace alternare, quando è possibile, momenti di riflessione e di approfondimento a momenti di sana e vivace allegria.

Largo al buonumore, dunque.

Inizio io, con uno strafalcione trovato su Internet e da me commentato.

“Mi sono fatto un leasing facciale”.

Ci scommetterei che la frase appartiene a uno dei tanti politici italiani: con la faccia che si ritrovano prenderne in affitto un’altra è un ottimo escamotage per guadagnarsi i favori dell’elettorato.

A voi la … battuta, adesso. E fateci divertire! ;-)

13 Commenti

  • - Pronto, è Franco Forte?
    - Ma che Francoforte! Qui è la Garbatella a Roma!

  • Un sorso di …

    BACIAMISUBITO (Piemonte) da offrire alla donna amata

    PAGADEBIT (Emilia-Romagna) per dimenticare le pendenze economiche

    CODA DI VOLPE (Campania) agli aspiranti furbi (molti!)

    LATISANA per calmare i nervi del PIGNOLO che imbraccia lo SCHIOPPETTINO (Friuli)

    MEMORIA (Puglia) a chi soffre di amnesia

    CENTOPASSI (Sicilia) per il maratoneta sfibrato

    DONNAS (Valle D’Aosta) per gli irriducibili Casanova

    SANGUE DI GIUDA (Lombardia) a chi Giuda non è mai riuscito a perdonarlo per quel bacio

    MAESTRO RARO (Toscana) ai genitori che vogliono il massimo dagli insegnanti …

    Un sorso tira l’altro, mi sono ubriacata. Mi sento MALICCHIA … MAPICCHIA (Calabria), ‘sto vinello!

  • Quanti colli ha Roma?
    Uno per ogni abitante, naturalmente!

  • Casa Desideri, inizio anni Sessanta.
    Abbiamo da poco acquistato un appartamento, abitato prima di noi da tale Signor Muto (soltanto di cognome, per sua fortuna).
    Squilla il telefono e mio fratello risponde.
    - Pronto.
    - Scusi, è Muto? – chiede una voce dall’altra parte.
    - No. Come può sentire parlo.

    Non è una barzelletta, amici: andò veramente così. Ne ridemmo per ore.

  • Il frate beone dice:

    Qui bene bibit bene dormit,
    qui bene dormit non peccat,
    qui non peccat vadit in caelum,
    ergo,
    qui bene bibit vadit in caelum.

    • Ines non bibit
      ergo
      Ines non vadit in caelum.
      Sic! :-(

      “Sic”: da interpretare liberamente … più o meno.
      E mentre fiumi di alc… ehm … di lacrime cadono dai miei occhi (mai visti i cartoni animati giapponesi?) a causa di quest’amara scoperta, ti saluto cordialmente, caro Ernesto.

      • Cara Ines,
        non c’e’ proprio nulla da preoccuparsi… Anzi – :)
        Pensa che io preferisco il “coelum” per il clima ma l’ “infernum” per la compagnia…
        Evviva il buon umore,
        Ernesto

  • Su Internet: “Tagliamo la testa a moglie e marito”
    Come! Ma non si diceva “Tagliamo la testa al toro”?
    Qui c’è poco da ridere, ragazzi: non c’è più … religione, non c’è. :-(

  • Qual è la differenza tra gli amici e le mezze stagioni?
    Nessuna: non ci sono più né i primi né le seconde.

    … D’accordo: questa non fa ridere.
    Allora parliamone: vi invito, cari amici, a lasciare un commento sul blog (Attualità).
    Grazie

  • Strafalcioni trovati sui giornali:
    - rimasta con nove uomini la fiorentina ha dovuto cedere.

    - muore per le botte: “E’ stato mio marito”
    - impresario di pompe funebri malmenato da un suo cliente.
    - con la sua pistola uccisero un giovane, poi lo stangolarono perrché la rivoleva.

    apro a caso… strafalcioni fra medici e pazienti:

    Lei ha figli, signora?
    Ogni anno e mezzo, dottore.

    il mio bambino tutto quello che vede lo mette in tasca. Non vorrei che fosse petomane.

    Ciao Ines, a presto.

    • Ciao, caro Ben.
      Grazie per la segnalazione e per il gustoso “assaggio”: sicuramente acquisterò il libro, perché sono convinta che piangere dalle risate faccia bene alla salute, oltre che all’umore.
      A presto!

  • Ines, vorrei segnalare un libro che fa lacrimare gli occhi dal ridere: Non prenda niente tre volte al giorno di Pippo Franco e Antonio Di Stefano.
    Mette di buon umore.
    Ciao Ines.

  • Mara Carfagna ha sposato Mezzaroma … Tutta in un’unica cerimonia. Cose da non credere!
    Ministro delle Pari Opportunità?! Ma mi faccia il piacere! Di quali “pari opportunità” parliamo se ora tutte le nubili d’Italia che volessero sposare un romano saranno costrette a contendersi l’altra mezza?

Lascia un commento